Camminare fa bene e riduce il rischio di problemi renali

Camminare fa bene alla salute, in particolar modo per le persone che soffrono di problemi renali.

Camminare a passo moderato, ogni giorno, fa bene alle persone che soffrono di problemi renali. A renderlo noto sarebbero stati i membri della Loughborough University, che in collaborazione con Alice Smith dell’Università di Leicester, avrebbero chiesto la partecipazione di 15 volontari con diagnosi di patologia renale in atto, ai quali sarebbe stato chiesto di camminare per trenta minuti al giorno. Ebbene, stando a quanto emerso dalla ricerca, sembrerebbe che grazie alla moderata attività fisica, sia notevolmente diminuito il rischio di andare incontro a malattie cardiache o infezioni potenzialmente mortali per i pazienti, un rischio generalmente molto alto per coloro che presentano già problemi ai reni.

Le malattie cardiache e le infezioni rappresentano infatti le principali complicazioni e le principali cause di morte nei pazienti con malattia renale cronica. E’ stato ormai accertato che eventuali disfunzioni del sistema immunitario sono coinvolte in entrambi i processi patologici. Nello specifico, un malfunzionamento del sistema immunitario predisporrebbe al rischio di infezioni, mentre l'attivazione immunitaria persistente porterebbe invece ad uno stato di infiammazione cronica che può danneggiare i vasi sanguigni ed aumentare quindi il rischio di malattie cardiache.

Ebbene, a quanto sembra, grazie a quella semplice mezz’ora di camminata (svolta per 5/6 giorni a settimana per sei mesi) sarebbe notevolmente migliorata la risposta delle cellule immunitarie nei volontari che hanno preso parte allo studio.

Camminare reni

Pubblicata sulle pagine della rivista "Journal of American Society of Nephrology"(JASN), la ricerca dimostra dunque ancora una volta quanto sia importante fare attività fisica anche in maniera moderata, e questo vale anche e soprattutto per i pazienti che soffrono di problemi renali, come spiega giustamente il dottor Viana.

“L’esercizio esercita dunque effetti antinfiammatori in pazienti con malattia renale e può in questo modo ridurre il loro alto rischio di malattie cardiache. Il nostro studio - spiega - ha anche trovato prove che questo livello di esercizio non sembra essere dannoso per il sistema immunitario nelle persone con malattie renali”.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Medicalxpress

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail