Ketoconazolo: ecco come si assume

Il Ketaconazolo è un principio attivo utile contro le infezioni fungine. Lo troviamo sotto forma di shampoo, lozione o pomata. Vediamo come usarlo

Ketoconazolo.jpgChi soffre di problemi cutanei tra cui psoriasi e dermatite seborroica probabilmente ha utilizzato il Ketaconazolo in prodotti per la detersione (shampoo, ad esempio) e curativi (lozioni, pomate, gel).


In effetti questo principio attivo che troviamo alla base di un farmaco molto usato nel trattamento di alcune patologie dermatologiche, il Nizoral, è un antimicotico, in grado di "spegnere" i sintomi infiammatori delle infezioni fungine della cute.

Prima di soffermarci sulle caratteristiche  e sui modi d'uso dei prodotti ad uso topico a base di ketoconazolo è importante specificare un'avvertenza. Con questo principio attivo erano disponibili anche farmaci da assumersi per via orale, ovvero compresse. Tuttavia attualmente l'AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco), aderendo alle direttive europee, ha sospeso la distribuzione del Ketoconazolo per via orale perché considerato epatotossico. Questa nota informtiva risale all'agosto del 2013, e quindi tutti coloro che avessero cominciato una terapia antimicotica orale con il Ketoconazolo devono contattare il proprio dermatologo e stabilire una cura alternativa.


Questa sospensione, però, non riguarda tutti gli altri prodotti curativi ad uso topico che sfruttino le proprietà antifungine del Ketoconazolo. Ci riferiamo agli shampoo, alle lozioni e alle pomate che si utilizzano soprattutto per combaattere la dermatite seborroica, gli eczemi, la forfora e le lesioni cutanee provocate dall'azione irritativa di funghi e lieviti. Il Ketoconazolo è in grado di agire su questi microrganismi inibendone la proliferazione e quindi permettendo la regressione dei sintomi.


Il Ketonoconazolo è altresì indicato nella cura della Pitiriasi versicolor, un'infezione micotica cutanea che si manfiesta con la comparsa di chiazze bianche e della Candida Albicans. Per quanto riguarda i modi d'uso dei prodotti farmacologici a base di Ketoconazolo (da assumersi dietro prescrizione medica) , è presto detto.


lo shampoo si affettuerà non più di due volte alla settimana, avendo cura di lasciar agire il prodotto per circa 3 minuti prima del risciacquo. Le creme, invece, si applicheranno una o due volte al giorno sulle parti colpite dall'infezione, per un periodo di circa un mese. Se dopo le 4 settimane di trattamento i problemi cutanei non dovessero regredire è meglio contattare il proprio dermatologo per rivedere la terapia.


 


 


Foto| via Pinterest

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail