Biochetasi per bambini e neonati: ecco le dosi per età

Il Biochetasi è un farmaco da banco utile per combattere stati di nausea e bruciori di stomaco. Anche i bambini lo possono assumere, vediamo come

Biochetasi-bambini-neonati.jpgIl Biochetasi è un farmaco acquistabile senza ricetta medica, che anche i bambini e i neonati possono assumere all'occorrenza senza superare le dosi indicate nel bugiardino o quelle consigliate dal pediatra.


Questo medicinale è efficace contro stati di nausea, vomito e mal di stomaco, soprattutto se provocati da indigestione o da acetone. Si tratta, a ben vedere, di malesseri che spesso colpiscono i più piccoli, ecco perché tenere una confezione di Biochetasi in casa può sempre rivelarsi utile.

Ma vediamo una lista di possibili disturbi a carico di bambini in età pediatrica e lattanti in cui assumere il Biochetasi è indicato:



  • Acidità di stomaco

  • Acetone: si tratta di uno scompenso metabolico (chetosi) abbastanza comune tra i bambini, i cui sintomi sono alito "che sa di frutta marcia", nausea e vomito anche molto violenti

  • Blocco digestivo e indigestione 

  • Digestione difficile, soprattutto notturna

  • Nausea provocata dai malesseri stagionali


Il Biochetasi, grazie ai suoi principi attivi che sono il sodio e il potassio citrati, riesce ad alleviare l'iperacidità gastrica agevolando la digestione e allentando la morsa della nausea. Non a caso anche le donne in gravidanza quando sono particolarmente tormentate dalle classiche nausee gravidiche, possono trovare sollievo sciogliendo una compressa di questo farmaco in acqua e centellinandolo durante le ore della giornata.


In farmacia troviamo il Biochetasi sotto forma di granulato effervescente in bustina, compresse effervescenti e supposte. Per quanto riguarda i modi d'uso e il dosaggio nei bambini e nei neonati, diciamo che in linea generale risultano dimezzate le dosi degli adulti. Ad esempio mezza bustina o mezza compressa al posto di una intera saranno più che sufficienti. Naturalmente da assumersi solo se davvero necessario e mai per un periodo di tempo prolungato.


Tuttavia, soprattutto quando il piccolo sia un neonato o l'attacco di nausea sia particolarmente violento, piuttosto che il granulato effervescente è più indicata la supposta. Una raccomandazione, a proposito di minori e farmaci da banco va, però, sempre fatta. Anche se si tratta di medicinali che avete in casa, evitate il fai da te quando curate i vostri bambini. Meglio fare una telefonata al pediatra e chidere consiglio sia a proposito dell'opportunità di somministrare la medicina in questione, che per quanto attiene alle dosi


 


Foto| via Pinterest

Vota l'articolo:
3.21 su 5.00 basato su 48 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail