Progesterone alto o basso? I sintomi e la cura

Il progesterone è un ormone femminile i cui livelli salgono in gravidanza. Vediamo le sue funzioni e cosa significa quando è alto o basso

Progesterone.jpgSe state cercando una gravidanza, probabilmente saprete già quanto il progesterone, e i suoi livelli alti o bassi nel sangue, siano cruciali per determinare il momento propizio per il concepimento.


Quest'ormone tipicamente femminile - anche chiamato, non a caso "ormone della gravidanza" - è infatti collegato con la fase luteica dell'ovulazione, quella che prepara l'ovocita ad essere fecondato. Vediamo, nello specifico, come funziona il progesterone e cosa significa se il suo valore è alto o basso.

Per comprendere come funzioni l'ormone progesterone, dobbiamo considerare il ciclo mestruale femminile, le sue diverse fasi soprattutto in previsione di un concepimento. Intanto bisogna specificare che stiamo parlando di un ormone steroideo progestinico, che fa parte degli ormoni femminili, responsabile di facilitare il concepimento e importantissimo durante la gravidanza. Nelle donne in età fertile esso viene secreto dal corpo luteo, durante la fase ovulatoria del ciclo mestruale, una produzione a sua volta stimolata dall'azione degli ormoni prodotti dall'ipotalamo, situato nel cervello.


In questi giorni il progesterone aumenta la sua concentrazione nel sangue, e dal momento che si tratta di un ormone termogenico, la sua azione viene manifestata da un aumento della temperatura corporea basale. Ecco scoperto per quale motivo, se una donna sta cercando di restare incinta, misurandosi la temperatura al mattino (momento di massima concentrazione progestinica), può individuare il momento in cui concepire sarà più probabile e "programmare" il rapporto sessuale. Quando il concepimento non avviene, la riduzione del progesterone del sangue porta allo sfaldamento della mucosa uterina e quindi alle mestruazioni. In gravidanza, invece, il progesterone viene prodotto, oltre che a livello ovarico, anche dalla placenta, e il suo aumento notevole di concentrazione nel sangue della futura mamma è anche "responsabile" di causare qualche disturbo come la tipica nausea e il senso di spossatezza.


Il progesterone "sintetico" viene usato anche nella composizione dei contraccettivi orali e durante la menopausa nella terapia ormonale sostitutiva. Cosa signfica avere livelli bassi di progesterone, ora che sappiamo a cosa serve? In genere si manifesta in fase di pre-menopausa, causando la tipica irregolarità mestruale che precede lo stop definitivo. Tuttavia, bassi livelli di progesterone possono verificarsi anche in giovane età, e pregiudicare la fertilità femminile. Le cause di questo deficit possono essere diverse, dalla sindrome dell'ovaio policisistico a disturbi della tiroide fino allo stress e a dimagrimenti improvvisi. Accanto alle irregolarità del ciclo mestruale altri sintomi associati a livelli bassi di progesterone sono l'irsutismo, l'acne, la tendenza all'aumento di peso eccetera.


La cura, in questo caso, non può essere che di tipo "integrativo", soprattutto in previsione di una possibile (desiderata) gravidanza. I farmaci progestinici si possono assumere sotto forme di verse: creme, ovuli, o compresse per somministrazione orale. Come estrema stimolazione ovarica (ad esempio se ci si affida alle tecniche di procreazione assistita), il progesterone si può iniettare per via intramuscolare. Naturalmente si tratta di soluzioni che devono essere monitorate costantemente dal medico, perché una cura progestinica può avere effetti collaterali a danno del cuore.


 


 


Foto| di Kellyv per Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail