Dipendenza da Internet: l'80% non stacca mai, i rischi per la salute

Scritto da: -

Siamo sempre più connessi, per lavoro o per il social networking. E così aumentano i casi di dipendenza dal Web.

dipendenza-internet-mail.jpg

Pc e dispositivi mobili dotati di connessione a Internet hanno sicuramente facilitato la nostra vita, rendendo una grande quantità di informazioni raggiungibile a qualsiasi ora del giorno e della notte. 

Ma è anche vero, soprattutto per chi li utilizza anche a scopo professionale, che il confine tra tempo dedicato al lavoro e tempo libero si è ridotto considerevolmente.

In pratica l’80% dei lavoratori “non stacca mai” - come riporta uno studio dell’azienda Good Technology ripreso da Repubblica - continuando a produrre anche dopo essere uscito dall’ufficio.

E così c’è chi dopo aver salutato i colleghi, in viaggio verso casa, e poi ancora a tavola e comodamente seduto in poltrona davanti alla televisione, continua a ricevere e inviare mail, occupandosi di lavoro anche fuori dall’orario di ufficio.

La metà di loro lo fa - riporta sempre Repubblica - perchè sente di “non avere scelta”. 

E poi c’è chi non si stacca dalla Rete, non tanto per lavoro, ma perché “rapito” dal social networking.

Un problema, quello della dipendenza da Internet, così presente che per la prima volta, il prossimo DSM (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders), che raccoglie tutti i disturbi psichici e psichiatrici, conterrà la voce Internet Addiction Disorder.

Ma quali sono i sintomi della patologia? Secondo lo psichiatra americano Ivan Goldberg, che per primo ne propose dei criteri diagnostici, sono i seguenti:

1. Bisogno di trascorrere un tempo sempre maggiore in rete per ottenere soddisfazione;

2. marcata riduzione di interesse per altre attività che non siano Internet;

3. sviluppo, dopo la sospensione o diminuzione dell’uso della rete, di agitazione psicomotoria, ansia, depressione, pensieri ossessivi su cosa accade on-line, classici sintomi astinenziali;

4. necessità di accedere alla rete sempre più frequentemente o per periodi più prolungati rispetto all’intenzione iniziale;

5. impossibilità di interrompere o tenere sotto controllo l’uso di Internet;

6. dispendio di grande quantità di tempo in attività correlate alla rete;

7. continuare a utilizzare Internet nonostante la consapevolezza di problemi fisici, sociali, lavorativi o psicologici recati dalla rete.

LINK UTILI

Malati di web: diagnosi semi-seria della dipendenza da internet.

Dipendenza da Internet: Twitter e Facebook peggio di alcol e fumo.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
  • nickname Commento numero 1 su Dipendenza da Internet: l'80% non stacca mai, i rischi per la salute

    Posted by:

    peggio di Willy Wonka... Scritto il Date —