Vasco Rossi depressione: svelato il cocktail di farmaci

Vasco Rossi ammette di assumere da anni un cocktail di psicofarmaci. Ecco la lista.

vascorossi-facebook.jpg


Depressione e psicofarmaci, questo il segreto di Vasco Rossi, il rocker che ha incantato più generazioni.


Al male di vivere Vasco ci è arrivato dopo anni di abuso di droghe, come lui stesso ha rivelato:


"Quando ho smesso di prendere droghe e ho cominciato con gli psicofarmaci, quelli che mi hanno tenuto in vita. Senza di loro, sento una sensazione di vuoto. Se deciderò di interrompere, lo farò in un ambiente protetto".


Ma se adesso è una vera terapia, è anche effettivamente vero che la chimica farmaceutica affascina gli artisti - commenta Massimilla Manetti Ricci su Il Serpente di Galeno - quelle molecole strutturali tanto appiattite sui libri di studio, assumono un loro carattere distintivo e preciso quando entrano in contatto con i nostri recettori.


Ma di cosa è composto il cocktail di farmaci che ha scandalizzato l'Italia?

Vasco, sul suo canale Facebook, ha scritto:


"Quando ho parlato 'provocatoriamente' di cocktail di farmaci grazie ai quali sopravvivo, non credevo di scandalizzare e  preoccupare tanto sociologi psicologi comitati di difesa dei minori tuttologi e giornalisti. Forse è il caso che, a questo punto, precisi bene la quantità e la qualità dei farmaci che mi sono stati prescritti e che assumo giornalmente"


Ecco la lista:


"1 antidepressivo al dì, l'Effexor 0,75 mg, (è il dosaggio minimo, esiste anche  da 150 e da 300mg) , 1 ansiolitico al bisogno, lo Xanax (che ha effetti collaterali molto inferiori a farmaci come il Tavor o il Minias che mi risulta essere usato dalla stragrande maggioranza della popolazione) 1 complesso vitaminico studiato appositamente per me dopo precisi esami che faccio presso una clinica x la salute, nella quale trascorro una settimana ogni anno e che frequento da vent'anni. Tutto qua".

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO