Antinfiammatori naturali: come agisce la proteasi?

Azione fibrinolitica della proteasi al microscopioL'enzima proteasi ha dimostrato in vari studi di avere una potente azione antinfiammatoria[1] e, a differenza dei farmaci, senza effetti collaterali.


Ciò è dovuto in particolare alle sue proprietà fibrinolitiche. La fibrina infatti, nelle reazioni infiammatorie anche di carattere allergico, forma una reticolo che isola l'area dell'infiammazione attraverso la soppressione della circolazione nutritiva. Il drenaggio tissutale inadeguato che ne consegue provoca edema.[2]



La proteasi dissolve la fibrina stimolando la produzione di plasmina o fibrinolisina, che agisce contrastando le chinine, e dunque riducendo edema e infiammazione.[3]



Esistono sia enzimi vegetali contenenti proteasi come la bromelina che enzimi animali (tripsina, pancreatina). Quelli fungali hanno il vantaggio di attivarsi alla temperatura più vicina a quella tipica del corpo umano e di avere un range di pH, in cui sopravvivono, più ampio di quello degli altri enzimi, garantendo con ciò una maggior capacità di penetrazione sistemica nell'organismo umano.



Un ottimo prodotto a base di proteasi vegetale è questo.



-------------------------------------------
1. Horger I. et al., Zirkulierende Immunokomplexe beipoliarthritis-patienten, in Natur und Ganzheitsmedzin, 1988; 117; Lomax J.E., Aesthetic Surgery, 1998; 18: 40-41; Kamede E. V., Forum of the General Practitioner, 198 1 (9).
2. Thornill S.M., Kelly A., Naturai Treatment of Perennial Allergie Rhinitis, in Alternative Medicine Review, 2000; 5(5): 448-454.
3. Ako H. et al., Isolation of a fibrinolysis enzyme activator from commercial bromelain, in Arch Int Pharmacodyn 1981; 254: 157-167; Kelly GS., Bromelain: a literature review and discussion of its therapeutic applications, in Altern MedRev 1996; 1: 243-257.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore



 

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO