Ma che significa Protonutrizione?

Raggi di luce su erbe di campoQualche lettore forse si sarà chiesto che vuol dire Protonutrizione e perché in questo blog oltre a parlare di alimenti, si parla anche di società, cultura, arte.


Protonutrizione (letteralmente "prima nutrizione") è sinonimo in senso tecnico di nutrizione primordiale e in senso lato di tutto ciò che precede e contorna l'aspetto puramente meccanico-biologico del cibarsi e anche, nutrendoci idealmente, sostiene la nostra crescita personale.


Esiste una scala di priorità dei nutrimenti sia in senso evolutivo che metabolico. In generale possiamo dire che il piccolo governa il grande oppure che il semplice precede il complesso.

I micronutrienti (vitamine e oligoelementi) hanno funzione bioregolatrice rispetto ai macronutrienti (grassi, proteine, zuccheri) e microalghe, enzimi e batteri sono all'origine sia della vita che della catena alimentare. Nel nostro corpo la flora probiotica ed enzimatica è essenziale per la digestione, l'assimilazione e l'utilizzazione degli alimenti.


Prima del cibo fisico viene quello liquido: possiamo sopravvivere alcune settimane senza mangiare, ma solo pochi giorni senza bere. L'acqua è il costituente principale del nostro corpo, attraverso di essa avvengono le reazioni chimiche fondamentali per la salute e la funzionalità di tutte le cellule dell'organismo.


L'aria è ancora più essenziale, non possiamo stare più di qualche minuto in apnea. L'ossigeno è il gas che permette al motore delle cellule di accendersi e di attivare tutte le funzioni vitali.


Ma nulla potrebbe esistere senza la luce che trasforma la materia inerte in nutrimento ed energia. La fotosintesi è alla base della vita.


Tutto ciò costituisce la base materiale dell'atto del mangiare. Ma cosa c'è prima e attorno al pasto? La cultura di un popolo, le tradizioni etniche e familiari, le credenze religiose, i valori e gli ideali condivisi, i desideri e le aspettative personali... mutano il mero istinto fisiologico in convivialità, celebrazione, rito.


Attraverso l'arte culinaria i cibi si trasformano in passioni e ogni senso si attiva: aromi, colori, fragranze, consistenze evocano ricordi, ricreano ambienti, suscitano emozioni, ci attraggono o respingono.


E oltre il pasto? Di quanto altro si nutre il nostro pensiero e si ciba la nostra psiche?


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO