Alimentazione: scienza e tradizione

La scienza dell'alimentazione studia i meccanismi fisiologici della nutri­zione e il ruolo che in essa assumono i vari elementi nutriti­vi. Negli ultimi decenni si sono fatti molti passi avanti nella ricerca, ma molto resta ancora da scoprire e le conoscenze attuali sono comunque da ampliare e approfondire.



foto collage di vari alimenti


D'altra parte esiste una tradizione, l'esperienza cioè accumulata dagli esseri umani in migliaia d'anni di storia -da quando i primi gruppi umani ebbero sedi stabili e cominciarono a coltivare la terra- della quale e giusto tenere conto.

Nutrizionisti e dietologi mettono giustamente in risalto l'im­portanza di una dieta contenente tutti gli elementi nutritivi in proporzioni bilanciate: proteine, grassi, carboidrati, vitamine, sali minerali e fibre grezze. Nelle le diete tradi­zionali di vari popoli, troviamo che questo equilibrio era spesso realizzato intuitivamente.


Per fare soltanto un esempio, molte antiche ricette erano a base di cereali e legumi, le cui proteine, individualmente carenti di alcuni aminoacidi essenziali, si combinano nel pasto formando, con l'integrazione di moderate quantità di cibi animali, proteine complete.


Un'alimentazione che sia al contempo sana, nutriente e gustosa è, per diversi aspetti, molto simile a quella seguita, nei secoli passati,  spontaneamente dai nostri antenati nell'area mediterranea. Essa includeva prevalentemente cereali, legumi, verdure di stagione, pesce, olio di prima spremitura e ridotte quantità di carne e grassi animali saturi.


La ricerca nutrizionale moderna conferma che questo modo di mangiare è il più adatto alla nostra fisiologia e anche la miglior forma di prevenzione per le malattie del mondo moderno. Parleremo domani di come possiamo migliorare la nostra alimentazione.


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail