Flash Air Drying

Circa una decina di anni fa alcuni produttori di vitamine e micronutrienti estratti direttamente da alimenti (es. frutta e verdura), considerati i limiti della liofilizzazione (vedi blog precedente) cominciarono a sperimentare nuovi e apparentemente migliori sistemi di essiccazione che conservassero meglio i componenti nutrizionali presenti nel prodotto di origine.
Tra questi buoni risultati mostrò il Flash Air Drying che venne utilizzato per alcuni anni, tra il 1995 e il 1999, anche per una particolare qualità di microalga Klamath. Il metodo fu poi abbandonato per tecnologie ancora più efficaci, ma ebbe il merito di evidenziare, dal raffronto, i limiti del Freeze e dello Spray drying e mantenere una maggiore integrità dei nutrienti dell'alga.
A differenza della liofilizzazione (Spray e/o Freeze Drying), che è il sistema comunemente usato per essiccare gli alimenti e anche le Klamath di qualità base, nel FAD (Flash Air Drying) non viene utilizzata né congelazione, né centrifugazione, né insufflazione di aria ad alta temperatura, ma istantanei 'flash' di aria (max. 3 secondi) a media temperatura.
Il metodo FAD rimuove quindi l'acqua in maniera più dolce e attenta, a temperatura bassa e accuratamente controllata. Il trattamento è delicato e mantiene le cellule intatte. Esso non distrugge né le cellule, né le pareti cellulari, né le membrane cellulari. Dopo il trattamento le cellule hanno ancora la loro forma originaria e sono riconoscibili. Il Flash Air non snatura le proteine degli enzimi. Sia le proteine della cellula sia quelle degli enzimi rimangono in buona parte intatte, complete e ben conservate.
Nei prossimi post analizzeremo in dettaglio una tecnologia naturale ancora più evoluta del FAD, che consente di preservare al 100% i nutrienti e l'energia della microalga.

IMMAGINE AL MICROSCOPIO ELETTRONICO

Fad_1

FLASH AIR DRYING: le cellule dell'alga restano integre

@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all'autore

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO