Escherichia coli negli hamburger: ancora la Germania sotto accusa

Ancora un'emergenza alimentare in Germania. Sotto accusa la carne tedesca: come dobbiamo comportarci?

hamburger-ecoli.jpg


Con la notizia della presenza del batterio Escherichia Coli negli hamburger surgelati di marca "Steaks Country", venduti nell'ipermercato Lidl, ma prodotti da carne tedesca, salgono a quattro le emergenze alimentari nate in Germania nell'ultimo anno che hanno messo in allarme l'intera Europa.


Un vero e proprio smacco per la Germania, un Paese da sempre attento alla qualità e soprattutto alla sicurezza dei prodotti alimentari.

All'inizio del mese di gennaio 2011 è scoppiato lo scandalo dei mangimi alla diossina che hanno contaminato allevamenti di polli, uova e maiali venduti in tutta Europa.


La società tedesca di mangimi animali al centro dello scandalo diossina sembra sapesse fin dal marzo precedente che vi era una quantità di diossina 78 volte superiore ai limite legale nei grassi presenti nei mangimi. 


Anche il caso del batterio killer Escherichia Coli dopo il tentativo di accusare ingiustamente la Spagna è apparso chiaro che è nato e si è diffuso in Germania anche se non sono ancora stati chiariti i motivi e l'origine. 


L'Italia - avvisa la Coldiretti  - ha importato prodotti agroalimentari dalla Germania per un valore di 5,5 miliardi di euro nel 2010 che - conclude la Coldiretti - è lo stesso importo fatto segnare dalla Francia che rende i due paesi i principali fornitori di prodotti agroalimentari dall'Italia.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail