Testosterone alto nelle donne, sintomi, cause e terapie

Scritto da: -

Il testosterone è il principale ormone maschile che anche le donne producono in quantità molto ridotte. Talvolta, però i valori possono innalzarsi provocando una serie di sintomi e disfunzioni. Vediamo come si deve intervenire in questi casi

Testosterone-alto-donne.jpgAnche si si tratta del principale ormone maschile, il testosterone viene prodotto, in piccole quantità, anche dalle donne, Nello specifico viene secreto dalla ghiandole surrenali e dalle ovaie

Nell’uomo il testosterone, prodotto dai testicoli, ha un ruolo cruciale nella maturazione dei caratteri sessuali secondari e nello sviluppo degli organi riproduttivi, proprio come gli estrogeni lo hanno per le donne.

Allo stimolo di questo ormone dobbiamo la crescita della barba e l’irrobustimento della voce, l’allungamento del pene e lo sviluppo della muscolatura. In molti casi è sempre il testosterone il “responsabile” della tendenza maschile alla calvizie precoce o al diradamento dei capelli, perché questo ormone stimola in modo eccessivo le ghiandole sebacee fienendo per indeblire il bulbo pilifero e inbire la ricrescita del capello.

Non a caso livelli troppo alti di testosterone nelle donne - dovuti soprattutto ad una piccola disfunzione delle ghiandole endocrine - si manifestano proprio con problemi o caratteristiche tipicamente maschili. Ecco alcuni sintomi di questa disfunzione ormonale:

  • Caduta dei capelli
  • Irstutismo: crescita anomala di peli anche in aree del corpo in genere glabre nelle donne, come il viso, la schiena, l’addome
  • Acne e pelle untuosa 
  • Abbassamento del timbro di voce (raro)
  • Ciclo mestruale irregolare
  • Sindrome dell’ovaio policistico

Non sempre questi sintomi sono tutti presenti, anche perché il livello di testosterone può essere anche solo lievemente fuori norma, e in tal caso i disturbi sono minimi o assenti. Teniamo conto che i valori normali di questo ormone nel sangue - misurabili con un semplice test ematico - si situano tra gli 0,06 ng/ml e gli 0,82 ng/ml, quindi a seconda di quanto testosterone in eccesso verrà prodotto dalle ovaie o dalle ghiandole surrenali, si avranno sintomi più o meno evidenti.

Tra le cause di una iper produzione di testosterone ci possono essere familiarità, cause endogene non patologiche, ma anche la presenza di tumori, sia maligni che benigni, a carico delle ghiandole surrenali o dell’ovaio, che in questi casi vengono definiti secernenti. Tuttavia si tratta di casi molto rari. Le cure sono di tipo ormonale, naturalmente. In genere l’endocrinologo prescrive la somministrazione della pillola anticoncezionale, soprattutto se la disfunzione si manifesta in fase adolescenziale, o di un farmaco che inbisice la produzione degli ormoni androgeni e che si chiama Androcur

 

 

Foto| via Pinterest

Vota l'articolo:
3.92 su 5.00 basato su 13 voti.