Miopia, scoperti 26 geni che ne aumentano il rischio

Scritto da: -

La miopia ha una forte componente genetica, e per la prima volta sono state individuate 26 geni correlati a questo disturbo

Miopia.jpg

 

La miopia è un disturbo che colpisce circa una persona su 3 nel mondo occidentale, e arriva addirittura fino all’80% in Asia, e al 90% in alcuni Paesi dell’estremo oriente. Grazie ad una ricerca condotta su un campione di 45mila abitanti di Europa e Asia, sarebbero stati scoperti ben 26 nuovi geni collegati all’aumento di rischio di sviluppare la miopia. In presenza di questi geni, il rischio di miopia aumenterebbe addirittura di dieci volte. I risultati di tale ricerca, che sono stati pubblicati sulle pagine della rivista “Nature Genetics“, permetteranno dunque di comprendere meglio la via metabolica che porta alla crescita eccessiva del bulbo oculare (la causa della miopia insomma).   

A spiegare tali risultati sarebbe stato lo stesso coordinatore dello studio e ricercatore del King’s College London School of Medicine Chris Hammond.

 

“Sapevamo già - avrebbe spiegato lo studioso - che la miopia tende a trasmettersi a livello familiare, ma fino ad ora sapevamo poco sulle cause genetiche. Questo studio rivela per la prima volta un gruppo di nuovi geni associato alla miopia. I vettori di alcuni di questi geni aumentano di 10 volte il rischio di svilupparla. Un passo in avanti che potrebbe portare a migliori terapie o prevenzione per milioni di persone nel mondo”.

 

In effetti, ancora oggi è davvero difficile ridurre la progressione della miopia: “Un farmaco, l’atropina, può ridurre la progressione, ma dilata la pupilla causando problemi di sensibilità alla luce e difficoltà di lettura - spiega infatti il coordinatore dello studio - Stiamo cercando di capire il meccanismo che porta ad una visione limitata, che non c’è in altri animali. Il segnale di stop, che impedisce al bulbo oculare di continuare a crescere, è molto potente e sappiamo come funziona. Certamente l’interazione tra ambiente e geni è importante nello sviluppo della miopia”.

 

Nonostante la miopia abbia una forte componente ereditaria, sembra comunque che il grandissimo aumento di casi del genere registrato negli ultimi anni possa essere collegato comunque all’eccessiva quantità di tempo che i bambini trascorrerebbero in spazi chiusi, magari studiando, guardando la televisione oppure giocando al computer.

 

via | Ansa, Tg Com

Foto | Flickr 

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Scienzaesalute.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano