Tumore alla pelle rischi: mai esporsi al sole senza protezione

Scritto da: -

Esporsi al sole senza protezione espone la pelle a rischi notevoli, come i tumori della pelle.

rischi-abbronzatura-filtri.jpg

Sabato 23 giugno, a Padova, si è parlato di prevenzione e di diagnosi precoce dei tumori cutanei in occasione del master di Dermatoscopia organizzato dalla Clinica Dermatologica dell’Università di Padova e realizzato grazie al contributo di Bioderma Laboratoire Dermatologique.

Negli anni 60 le possibilità di cura per il melanoma erano quasi nulle, oggi si arriva a salvare l’80% dei malati, ma bisogna arrivare in tempo.

In questi anni, a causa dei mutati stili di vita, l’età dei malati si sta abbassando progressivamente: dieci anni fa i giovani rappresentavano solo il 5% dei casi e questo tumore riguardava soprattutto persone al di sopra dei 50 anni.

Gli specialisti puntano sulla prevenzione che si fonda su due capisaldi: una prudente e consapevole esposizione al sole e il controllo periodico dei nevi, soprattutto nei soggetti a rischio.

Che il sole abbia una responsabilità nel favorire l’insorgenza dei tumori della pelle è ormai consolidato e, con l’inizio delle vacanze e con il desiderio di tintarella, è utile ricordare che al sole non siamo tutti uguali, a partire dal fototipo, e dalle caratteristiche della pelle. Servono, quindi, solari adatti al proprio fototipo.

Inoltre, contrariamente a quanto si crede, i raggi solari tendono a peggiorare alcune condizioni, come la rosacea o le manifestazioni dell’acne e, a volte, i filtri solari possono scatenare reazioni in chi, per esempio, ha una pelle atopica (secchezza estrema) o allergica.

Stiamo parlando di circa l’8% degli italiani adulti (circa 4 milioni) che soffre di acne, rosacea, dermatite atopica: uomini e donne che, a livelli diversi di gravità, devono quotidianamente fare i conti con brufoli, comedoni, arrossamenti, papule, pustole, secchezza, bruciore. Servono solari che aiutano a prevenire la riacutizzazione delle malattie della pelle provocata dalle radiazioni UV, come quelli di Bioderma.

E’ inoltre una buona abitudine porre attenzione ai cambiamenti che i nervi possono sviluppare, anche perché i tumori cutanei rappresentano la forma tumorale maligna più diffusa nella popolazione mondiale. 

La prevenzione ha fatto passi da gigante con la dermatoscopia, metodica non-invasiva per la diagnosi dei tumori cutanei, divenuta uno strumento essenziale per la gestione clinica dei pazienti che arrivano in ambulatorio per il controllo dei nei. 

LINK UTILI

Come abbronzarsi in fretta e bene: tutti i consigli utili.

Abbronzatura cosa mangiare: frutta e verdura, la migliore per la tintarella.

Abbronzatura perfetta solari: fototipo e protezione, la nostra guida.

Scottature ustioni sole: rimedi naturali, aloe e altri.

Rimedi naturali contro le ustioni solari.

Abbronzatura: i 5 frutti che aiutano la tintarella.

Abbronzatura perfetta: l’uva, il frutto della tintarella.

Vota l'articolo:
3.93 su 5.00 basato su 27 voti.