Mai più attacchi di panico e ansia con il libro di Linda Manassee Buell

Scritto da: -

libro_dap.jpg

Il termine panico deriva da Pan, nome della divinità greca che secondo la leggenda, si divertiva a terrorizzare chi si aggirava nei boschi dell'Olimpo: Pan simboleggia terrore, paura irrefrenabile ma sta a significare anche abisso e profondità.

E che cos'è il panico se non paura dell'ignoto, di ciò che sfugge al nostro controllo?

L'attacco di panico è una crisi acuta di ansia che si manifesta con un intenso malessere fisico e psichico: vertigini, nausea, giramento di testa, mal di pancia, diarrea, tachicardia, sudori freddi, sensazione di asfissia, senso di irrealtà.

Le crisi  sopraggiungono solitamente in luoghi chiusi e affollati dove si ha la netta sensazione di non avere via d'uscita: i luoghi più a rischio sono i mezzi pubblici come metro, treno, aereo e i locali affollati come ristoranti, centri commerciali, cinema, teatri.

Chi cade vittima di un attacco di panico in genere si sente, suo malgrado, al centro dell'attenzione e in seguito, a crisi sopraggiunta, come un animale braccato, senza scampo, arrivando al punto di temere per la propria sopravvivenza.

Il DAP (Disturbo da Attacco di Panico) non si manifesta mai in una singola occasione ma purtroppo si ripete più volte, condizionando a lungo andare la vita di chi ne cade vittima, impedendole di intrecciare relazioni sociali, di partecipare a riunioni di lavoro, di frequentare locali pubblici e supermercati, di servirsi dei mezzi pubblici, di imboccare la tangenziale nell'orario di punta.

Quello che più spaventa chi soffre di attachi di panico è il ripetersi della crisi e la totale assenza di autocontrollo. In genere il DAP colpisce persone di successo, che nella vita hanno sempre avuto l'impressione di poter controllare tutto, emozioni comprese, e che tutto d'un tratto si ritrovano in balìa di sensazioni ingestibili e così intense da apparire surreali.

Ne parlo in questo post perché ho vissuto il dramma del DAP sulla mia pelle e ne sono uscita grazie all'esperienza di chi era passato prima di me.

Ecco perché vorrei suggerire a chi soffre di ansia e panico il libro "Mai più attacchi di panico e ansia" (Red Edizioni) di Linda Manassee Buell, donna in carriera che ha sperimentato sulla sua pelle le sofferenze provocate dai disturbi da attacchi di panico e ansia, riuscendo con il tempo ad addomesticarli.

L'autrice stila un vademecum di 121 punti, 121 consigli preziosi, dalla scelta dello specialista all'adozione di uno stile di vita sano senza carichi eccesssivi di stress,  passando per le tecniche di respirazione e distrazione.

"L'attacco di panico è una malattia curabile" - cito il paragrafo conclusivo del libro -  "e la diagnosi precoce può ridurre notevolmente le complicazioni future. (…) L'importante è cercare subito l'aiuto e il sostegno di cui si ha  bisogno. Subito, senza perdere tempo!"

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
  • nickname Commento numero 1 su Mai più attacchi di panico e ansia con il libro di Linda Manassee Buell

    Posted by:

    hello!!!!! your post provide a basic knowledge.its very usefull for those  people who is unknown from panic attack.thanks for it!!!! great job!!!! Scritto il Date —