I nemici della cultura

Scritto da: -

“I tagli del governo Berlusconi alla cultura e alla formazione non hanno nulla a che vedere con la necessità di ridurre sprechi, gestioni lobbystiche e carrozzoni politici. Questi tagli definiscono un’idea di civiltà nemica della cultura critica, dell’innovazione, delle arti contemporanee, della sperimentazione, delle produzioni indipendenti che nascono nei territori”. [zeropuntotre]


@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all’autore

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Scienzaesalute.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano