Chi conosce il significato del termine biodisponibilità?

Scritto da: -

cibi_vegetali_01.jpg

Chi non conosce il significato di "biodisponibilità", termine utilizzato di frequente da naturopati, nutrizionisti, medici in convegni e trattati, non può perdersi la definzione offerta da Luigi Gallo nel prezioso glossario di Protonutrizione dove leggiamo:

La biodisponibilità è un termine che indica, rispetto alla quantità di un nutriente assimilato, la percentuale che viene effettivamente assorbita dall’organismo ed è quindi la misura con cui è disponibile per esercitare la sua attività fisiologica.

Ci sono diversi fattori che influenzano la biodisponibilità:

    * il pH dello stomaco;

    * la motilità del tratto digerente;

    * le trasformazioni biochimiche che si verificano all’interno e sulla parete del tubo digerente;

    * la flora batterica;

    * gli enzimi digestivi;

    * la metabolizzazione epatica.

Su Protonutrizione troverete il significato di termini come "aceto", "mercurio", "sindrome metabolica","sostenibilità".

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Scienzaesalute.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano