Probiotici

Scritto da: -
I batteri amici sono più precisamente definiti probiotici e una flora intestinale sana è detta anche eubiotica.
Se i probiotici diminuiscono, iniziano a proliferare batteri patogeni (Escherichia coli, Klebsiella ecc.) e miceti come la Candida. Ma possono insorgere anche altri problemi  come la migrazione di batteri patogeni dall’intestino in altre zone, con il conseguente sviluppo dì infezioni vaginali, respiratorie e addirittura dentali; la compromissione della permeabilità intestinale con problemi di allergie e malattie autoimmuni; lo sviluppo di sostanze cancerogene, come ad esempio le nitrosammine, normalmente rese innocue dalla presenza in misura sufficiente di probiotici; l’incapacità di produrre adeguate quantità di vitamine B e di assimilare il calcio.
I cambiamenti della dieta sono importanti e apportano sicuramente grandi benefici, ma non sempre sono da soli sufficienti a restaurare una flora batterica adeguata. La flora batterica amica è danneggiata infatti oggi da numerosi fattori tra cui vaccinazioni, stress, uso di antibiotici, variazioni climatiche, esposizione a radiazioni, inquinanti vari ecc.
Questa è la ragione per cui l’integrazione di probiotici è diventata ormai una prassi consolidata non solo in ambito nutrizionale, ma anche nella normale pratica medica.

@ Per quesiti e approfondimenti scrivi all’autore

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
  • nickname Commento numero 1 su Probiotici

    Posted by:

    Qualcuno ha informazioni riguardo la GUT STARVATION? Si tratta di una trasmigrazione batterica intestinale dovuta all\'atrofizzazione dei villi. Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Scienzaesalute.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano